Leggi e Diritto Simla Notizie

Corte dei Conti: crescono i costi del contenzioso

Corte dei Conti contenzioso

Per la Corte dei Conti crescono i costi del contenzioso in ambito sanitario.

E’ stato pubblicato dalla Corte dei Conti, il referto al Parlamento sulla gestione finanziaria delle Aziende Sanitarie per l’anno 2017.

QUI PUOI SCARICARE L’INTERO DOCUMENTO

Esso è, certamente, molto complesso ma assai interessate per quel che concerne i costi del SSN.

Ancora una volta siamo lontani, quanto a spesa sanitaria, da paesi europei come Francia e Germania.

Il divario tra Nord e Sud appare ancora assai elevato.

Quanto costano i “rischi”

Di grande interesse, per l’ambito medico-legale, appare l’esame dei costi relativi alla gestione dei rischi ( polizze assicurative, autoritenzione, costi del contenzioso).

Ecco la tabella relativa alla’rgomento (cfr. Tabella 45 colonne B16A – totale costo rischi – da A1 ad A5)

Corte dei Conti contenzioso

L’aumento dei costi per i rischi c’è ed è notevole

Ecco come, nel referto, si commenta la tabella:

Un’attenzione particolare merita, invece, la voce Accantonamenti in quanto si registra nel periodo considerato un rilevante incremento (+2,3 miliardi di euro, +85%). Si passa da 2,7 miliardi di euro del 2013 a 5 miliardi di euro del 2017.

Tale incremento è ascrivibile principalmente alle voci “Accantonamenti per rischi”155 (+0,67 miliardi di euro, +55,9%) e “Altri accantonamenti”156 (+1,4 miliardi di euro, +248,9%).

Con riferimento alla prima voce (accantonamenti relativi a rischi a carico dell’azienda, di probabile accadimento, ma incerti nel tempo e nell’ammontare) si evidenzia che l’evoluzione riscontrata è dovuta sia agli accantonamenti per copertura diretta dei rischi (autoassicurazione), che aumentano di oltre 335 milioni di euro (+130%), sia agli altri accantonamenti per rischi, che crescono di oltre 258 milioni di euro (+66%).

Relativamente alla voce “accantonamenti per copertura diretta dei rischi” (autoassicurazione) si riscontra un incremento in tutte le Regioni, ad eccezione del Piemonte (-96,2%), della Basilicata (-57%) e della Calabria (-28,4%).

Gli incrementi maggiori sono evidenziati in Veneto (con 109,8 milioni di euro nel 2017, +247,7% rispetto al 2013), Emilia-Romagna (con 57,8 milioni di euro nel 2017, +246,8%), Lazio (con 80,5 milioni di euro nel 2017, +95,4%), Campania (con 55 milioni di euro nel 2017, +140,2%) e Sicilia (con 71,2 milioni di euro nel 2017, +521,5%). 

L’aumento dei costi del contenzioso conesso ai rischi delle strutture aziendali sanitarie, certificato dalla Corte dei Conti, non può che essere spunto di meditazione.