Medicina legale Simla Notizie

Causa di morte Covid-19: i criteri ISS e WHO per l’identificazione

L'ISS e il WHO hanno rilasciato un documento per identificare e classificare i casi di soggetti che la cui causa di morte è inquadrabile in Covid-19
ISS-WHO

L’Istituto Superiore di Sanità, con un apposito gruppo di lavoro, ha predisposto un documento sulle modalità di identificazione e certificazione della causa di morte classificabile come Covid-19.

Morte Covid-19 secondo ISS

Per definire un decesso come dovuto a COVID-19, devono essere presenti tutti i seguenti criteri
  1. Decesso occorso in un paziente definibile come caso confermato di COVID-19.Questa definizione è in linea con il flusso informativo del sistema di sorveglianza nazionale COVID- 19 che si basa sulla raccolta dei casi confermati dai laboratori di riferimento regionali con test molecolari di SARS-CoV-2 e tra i quali si segnalano i decessi. Per la definizione di caso confermato di COVID-19 si rimanda alla sezione 4.
  2. Presenza di un quadro clinico e strumentale suggestivo di COVID-19La definizione di quadro clinico compatibile è di pertinenza del medico che certifica le cause di morte (curante o necroscopo). Si ricorda che i Centers for Disease Control and prevention statunitensi (https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/symptoms-testing/symptoms.html) hanno identificato i seguenti sintomi come tipici dell’infezione COVID-19:▪ Febbre
    ▪ Tosse
    ▪ Dispnea
    ▪ Brividi
    ▪ Tremore
    ▪ Dolori muscolari ▪ Cefalea▪ Mal di gola
    ▪ Perdita acuta di olfatto o gusto
  3.  Assenza di una chiara causa di morte diversa dal COVID-19 o comunque non riconducibile all’infezione da SARS-CoV-2 (per esempio trauma). Ai fini della valutazione di questo criterio, non sono da considerarsi tra le chiare cause di morte diverse da COVID-19 le patologie pre-esistenti che possono aver favorito o predisposto ad un decorso negativo dell’infezione. Una patologia pre- esistente è definita come qualsiasi patologia che abbia preceduto l’infezione da SARS-CoV-2 o che abbia contribuito al decesso pur non facendo parte della sequenza di cause che hanno portato al decesso stesso. Per esempio, sono patologie pre-esistenti il cancro, le patologie cardiovascolari, renali ed epatiche, la demenza, le patologie psichiatriche ed il diabete.
  4. Assenza di periodo di recupero clinico completo tra la malattia e il decesso. Per periodo di recupero clinico completo deve intendersi la documentata completa remissione del quadro clinico e strumentale dell’infezione da Sars-CoV-2.

Ai fini della certificazione di decesso per COVID-19, è possibile classificare un decesso come dovuto ad infezione COVID-19 probabile o sospetta, sulla base dei seguenti criteri.

Casi probabili o sospetti morte Covid-19

Decesso per COVID-19 probabile

▪ Decesso occorso in un paziente definibile come caso probabile di COVID-19 ▪ Devono essere inoltre rispettati tutti i punti da 2 a 4 descritti nella sezione 2 (la precedente).

Decesso per COVID-19 sospetto

▪ Decesso occorso in un paziente definibile come caso sospetto di COVID-19 ▪ Devono essere inoltre rispettati tutti i punti da 2 a 4 descritti nella sezione 2 (la precedente).

Il documento continua poi riportando numerosi esempi legati alla compilazione della scheda ISTAT.

Le linee guida WHO

Anche il WHO (World Health Organization) ha proposto un suo documento in relazione alla medesima materia.

Esso è intitolato “International guidelines for certification and classification (coding) of Covid-19”

Lo scritti risulta basato sull’ICD (International Statistical Classification of Disease).

Le linee guida del WHO sono impostate soprattutto sull’identificazione delle comorbilità e anche in questo sono riportati numerosi esenti

E’ chiaro che questi due strumenti sono fondamentali e saranno i pilastri per identificare i soggetti che sono deceduti per Covid-19 anche in qualsiasi scritto di natura medico-legale dul tema.

Share this