Simla Notizie Voci da Simla

Mancata effettuazione delle indagini autoptiche durante il periodo emergenziale

Mancata effettuazione delle indagini autoptiche durante il periodo emergenziale

Abstract

Durante tutta la fase emergenziale, le autopsie e gli esami diagnostici sono stati inspiegabilmente “sconsigliati” dalle circolari del Ministero della Salute. Scopriamo le problematiche connesse a questa tematica tramite l’interessante intervento del Prof. Francesco Introna, direttore dell’Istituto di Medicina Legale di Bari.

. . . .

Il 20 agosto scorso, il Mattino di Foggia, ha pubblicato un intervista (clicca qui per leggerla) a firma Giovanni Gioioso, che gli aveva concesso il Prof. Francesco Introna, Ordinario di Medicina Legale dell’Università di Medicina Legale di Bari e membro del Consiglio Direttivo di Simla.

Nel dialogo che il Prof. Introna ha avuto con il giornalista si è affrontato in maniera piuttosto estesa le problematiche connesse all’esecuzione – o meglio alla mancata effettuazione delle indagini autoptiche – durante il periodo emergenziale.

Il Prof. Introna propone, anche con note polemiche di una certa intensità, gli errori e le incertezze venutesi a creare durante la pandemia relativamente alla gestione, sia delle problematiche cimiteriali e di possibilità per i parenti di partecipare alle esequie dei soggetti defunti, delle conseguenze sia di conta epidemiologica dei decessi Covid, sia di contributo diagnostico terapeutico che è venuto a mancare al Paese stante la limitazione dell’esecuzione degli interventi autoptici anche paragonando la nostra situazione a quella tedesca. Viene poi ricordato la difficoltà nella ristrutturazione delle sale anatomiche per renderle adeguate a eseguire indagini autoptiche secondo i dettami stabiliti dalla letteratura internazionale e recepiti poi in forma legislativa (equipaggiamento BSL3) e degli inascoltati appelli di SIMLA da parte delle Autorità Competenti. Insomma, una testimonianza forte su di un problema che è solo stato parzialmente risolto e che ci accompagnerà nel tempo sperando sempre che la situazione pandemica non peggiori nei prossimi giorni.


VUOI APPROFONDIRE QUESTO ARGOMENTO?

Leggi anche: SIMLA: dateci i mezzi per attrezzare le sale autoptiche

Share this