Tabelle 2018, un’operazione opaca

Secondo Simla, l’elaborazione delle tabelle del danno biologico nel range 10­-100 punti è stata gestita in maniera non competente, escludendo, tra gli altri aspetti, il coinvolgimento delle società scientifiche che la legge Gelli mette invece al centro delle valutazioni scientifiche.